SMS il museo a casa | Benedict Schraivogel: guida di Roma manoscritta

06 maggio 2020

Una guida di Roma seicentesca manoscritta tra i volumi antichi della Biblioteca Briganti

Giuliano Briganti ha sempre dichiarato che il suo 'entrare' nella Storia dell'Arte ebbe un'origine assai precoce: prima ancora di saper leggere egli sfogliava i libri della biblioteca del padre Aldo antiquario e conoscitore, laureato a Bologna con Igino Benvenuto Supino. Fu il genitore ad inserirlo nell'ambiente, a fargli conoscere Carlo Ludovico Ragghianti e poi Roberto Longhi. Giuliano ebbe sempre un rapporto particolare con lui, forse in qualche modo ne era soggiogato e intimorito, tuttavia fu questo 'entrare' precocemente nella materia che poi lo portò ad intraprendere la carriera di Storico dell'Arte mai di Critico, il professore aborriva persino il termine benché abbia svolto anche questa funzione in testate importanti quali 'Espresso' e 'La Repubblica'.

Nella sua biblioteca un'ampia sezione è dedicata alle guide di Roma, alcune molto antiche risalenti al XVI e XVII secolo, tra le quali è possibile sfogliare una guida della città datata 1697, manoscritta, rilegata in forma di taccuino e dall'aspetto esteriore quasi anonimo, un tempo appartenuta al padre di Briganti.

Il testo è stato studiato approfonditamente dal dott. Gennaro de Luca nel corso dello stage da lui condotto presso la Biblioteca, che ne ha attribuito la stesura a padre Benedict Schraivogel giunto a Roma nel 1692 quando «l’ordine del Santissimo Salvatore di Santa Brigida rientra finalmente in possesso della casa in cui la mistica svedese aveva trascorso i suoi anni romani e dell’annessa chiesa in piazza Farnese». Il volumetto, afferma De Luca, arricchito di riproduzioni «curiosamente realizzate con inchiostro a mano» provenienti da incisioni su lastre in rame, rientra in «quella nutrita categoria di prodotti editoriali nati con lo scopo di orientare viaggiatori» e pellegrini «giunti da ogni dove in una città straordinariamente ricca di luoghi da visitare» e nella quale Schraivogel seguendo un itinerario suddiviso per rioni, racconta «le chiese e i luoghi dell'antichità riscattati in chiave cristiana», 'ricalcandolo' sulle orme di un'altra importante guida: I tesori nascosti dell'alma città di Roma di Ottavio Panciroli (prima ed. 1600, seconda ed. 1625), anch'essa presente nel patrimonio librario della Biblioteca Briganti.

Download files

Gennaro de Luca, appunti su una guida di Roma dalla Biblioteca di Giuliano Briganti

Download PDF

Scopri anche

12 giu 2020

Scopri tutto
28 gen 2020

Chiusura del museo da martedì 28 gennaio a martedì 4 febbraio


Scopri tutto
13 dic 2019

Scopri tutto
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk