chiesa della ss. Annunziata

Il primo oratorio dell'ospedale fu realizzato attorno alla metà del Duecento, nel momento in cui il Santa Maria iniziava la propria espansione e il complesso andava strutturandosi in vari corpi di fabbrica destinati alle attività svolte al suo interno. Nella seconda metà del Quattrocento la lunga navata unica  fu innalzata e coperta dal  soffitto a cassettoni. Seeicenteschi sono l’altare maggiore e gli altari laterali, con opere dello scultore Giuseppe Mazzuoli, tele dei pittori Pietro Locatelli, Giovanni Maria Morandi, Ciro Ferri.

Al centro dell’altare maggiore è il Cristo Risorto di Lorenzo Vecchietta, datato e firmato dall’artista nel 1476, vero e proprio capolavoro della scultura del Rinascimento.
Al 1730 data l'utlima decorazione della grande abside della chiesa con l’affresco della Probatica Piscina realizzato da Sebastiano Conca.
Particolarmente significativo il grande organo, degli inizi del Cinquecento, di fronte al quale è posta la “Cappella della Musica”  il cui spazio era riservato ai cantori.